Giallo e arcobaleno - collana e orecchini

by Giuliana 13 pensieri





Macchina digitale permettendo, vi mostro finalmente ciò che ho realizzato per il compleanno della mia Bry.
Amante del leitmotiv della pace, ho utilizzato per lei questi cubetti colorati ed ho creato un paio di orecchini semplici semplici ma molto colorati.











Per la collana la gestazione è stata moolto più lunga!
E' da Pasqua che ho in cantiere questa collana, era suo desiderio che fosse nei toni del giallo, molto solare.











Quindi, ho iniziato a tricottare dei fiori a uncinetto, riunisci perle e perline ma il risultato non mi soddisfaceva, alla fine ho riutilizzato alcune perlotte di una vecchia collana in disuso ed il risultato è stato questo.










Se fate caso ai particolari, noterete che alcune chiusure non sono perfette, è il mio primo lavoro di gioielleria!
Comunque, a furia di aggiungere elementi la conclusione è stata che la collana è forse più adatta alla mamma che alla figlia, perchè mi sembra proprio un monile da sciuretta, ma è anche vero che spesso la Bry saccheggia i gioielli di famiglia, perchè secondo lei sono molto cool.
Vabbè, nonostante tutto i regali sono stati apprezzati.

E per dare risalto alle creazioni ho realizzato anche questo porta-gioielli in feltro.





Per la chiusura ho utilizzato un bottone automatico, ho applicato una targhetta "hand made" più per coprire le magagne di cucito che per altro.

















Il modello lo posterò prossimamente.

Mi scivola via tra le dita

by Giuliana 6 pensieri













SLIPPING THROUGH MY FINGERS
(Mi scivola via tra le dita)
Lo zaino in spalla, esce di casa al mattino presto
Salutandomi con un sorriso distratto
La guardo andar via sotto un’ondata di quella ben nota tristezza
Devo sedermi per un po’
La sensazione che la stia perdendo per sempre

E senza entrare mai nel suo mondo
Sono felice ogni volta che posso condividere le sue risate
Quella piccola bimba buffa

Mi scivola via tra le dita senza sosta
Cerco di afferrare ogni momento,
La sensazione ch’è in esso
Mi scivola via tra le dita senza sosta

So davvero ciò che pensa?
Ogni volta che penso di essere vicino al saperlo
Lei continua a crescere
Scivolando via tra le mie dita senza sosta.


Col sonno negli occhi, lei ed io sedute al tavolo della colazione
A malapena sveglia, lascio andar via del tempo prezioso.

Poi, quando se n’è andata, resta quella strana sensazione di malinconia
E un senso di colpa che non posso negare
Che n’è stato delle belle avventure,
Dei posti in cui avevo pensato di andare con te
(Mi scivola via tra le dita senza sosta)

Beh, alcune cose le abbiamo fatte, ma la maggior parte no,
E il perché, semplicemente non lo so.

Mi scivola via tra le dita senza sosta
Cerco di afferrare ogni momento,
La sensazione ch’è in esso

Mi scivola via tra le dita senza sosta
So davvero ciò che pensa?
Ogni volta che penso di essere vicino al saperlo
Lei continua a crescere
Scivolando via tra le mie dita senza sosta.

A volte vorrei poter congelare questa immagine
E preservarla dagli scherzi del tempo
Mi scivola via tra le dita…


Mi scivola via tra le dita senza sosta

Lo zaino in spalla, lei esce di casa al mattino presto

Salutandomi con quel sorriso distratto…




Buon compleanno, tesoro!

Tributo a Lizzie

by Giuliana 11 pensieri





Quando ho aperto questo blog circa tre mesi fa, mi sono posta (come tutte) la fatidica domanda: come lo chiamerò?
La risposta è stata quasi immediata, memore del fatto che il mes
e prima avevo riletto uno dei romanzi che preferisco: "Orgoglio e pregiudizio".
Per chi non lo sapesse la protagonista è Miss Elizabeth Bennet, mo
derna eroina fine settecento. Una bellissima figura molto attuale.
Orgogliosa e testarda, non cede a compromessi: pur provenendo da una famiglia economicamente modesta, rifiuta un matrimonio di convenienza perchè senza amore; grazie alla propria intelligenza e sensibilità, alla fine, si innamora -ricambiata- di Mr. Darcy, il miglior partito sulla piazza.
Ho riassunto in quattro righe un capolavoro, ma se avete possibilità di leggerlo, fatelo, questo libro vi conquisterà.

Comunque, ritornando al blog più postavo più mi rendevo conto che, belle o brutte che siano, le mie creazioni hanno preso forma grazie solo esclusivamente agli insegnamenti (o al gene ereditario!?) della maestra che ho avuto, mia madre.
E che maestra!
Difficile da imitare, anche mettendoci tanta volontà, perchè mia madre crea spaziando in diversi campi.

Forse con il ricamo, la maglia e l'uncinetto posso gareggiare con lei, ma con il cucito, no, è una vera esperta (sarta di professione, attività che svolge da ...sempre) ed è il suo cruccio: non essere riuscita a farmi amare ago e filo come ha amato lei, lei che non è mai entrata in una boutique per acquistare un capo, se li è sempre cucito da sola.
Ora, forse, qualcosa è cambiato: ho voglia anch'io di creare qualcos
a con le mie mani.
Immaginate la sua felicità!!

Approfitto dell'imminente festa della mamma, per dedicarle questo post, mostrandovi alcune (non tutte perchè sono innumerevoli, nel corso degli anni non ha mai smesso di creare, solo negli ultimi tempi è rimasta un poco inattiva per problemi di salute) delle sue opere, che spaziano dal cucito, al decoupage, alla maglia... e chi più ne ha più ne metta...
Colgo l'occasione al volo per dirle che le voglio un bene immenso, che senza di lei, il suo appoggio, le sue parole d'incoraggiamento, io sarei persa, e se a volte non le dimostro questo affetto incondizionato, perchè distratta da mille crucci e paranoie che mi affliggono, il mio pensiero va sempre a lei.

A lei, la mia mamma Lisetta.



coperta patchwork in lana


crochet per la Bry



creazione realizzata con il Das


abitino in frescolana e seta per battesimo di Ga


sciarpa in lana punto legaccio
stupenda copertina in lana per il battesimo di JJ



decoupage sul manichino
cornice in cartapesta



icona a decoupage


il mio abito da sposa


Cornice di sassi e conchiglie: un regalo dal mare 2

by Giuliana 6 pensieri



Continuo con la realizzazione di cornici.
Questa mi piace particolarmente perchè ha un sapore relativamente shabboso, i colori delle conchiglie e dei sassi sfumano dal rosa perlaceo al nero.









Quest'altra, invece, l'ho realizzata il mese scorso per Perline&Bottoni su una base di plexigas: purtroppo la colla a caldo non ha funzionato a dovere, cosicchè è arrivata mezza distrutta. Paola è riuscita comunque a darle nuova vita.
Questa è l'originale.