Giugno tempo di esami - diorama marino

by Giuliana




Sono finalmente tornata!
Dopo un'assenza forzata di quasi tre settimane causata da un virus [intestinale!??) del mio pc e dal ricovero ospedaliero di JJ per una sospetta peritonite (per fortuna è stato un falso allarme), eccomi!

L'astinenza dal web è dura, passi il fumo (da ex fumatrice lo posso dire!) ma l'etere è tutta un'altra cosa...


Mi mancavate, ragazze.
E mi mancavano le sbirciatine quotidiane sui vostri blogs.
Mi sono persa parecchio, da quanto ho visto non siete rimaste affatto
con le mani in mano! Devo assolutamente recuperare le letture perse.


Visto che io, invece, non sono riuscita a terminare nulla, ed ho tutto work in progress vi mostro ciò che Bry ha realizzato l'anno scorso per il suo esame di terza media, coadiuvata da tutti noi, facilitando così chi si trova nelle medesime condizioni ed è scarso d'idee (essì, perchè ora all'esame di terza non basta più presentare le classiche tesine o esibirsi con l'esperimento di chimica).


Riciclando i materiali più disparati (la base è una vecchia scatola in legno di una bottiglia di spumante, una candela a forma di faro, un mini cottage di carta, un alberello da un plastico ferroviario) ne è nato questo diorama che raffigura un tratto di costa dell'Atlantico.










Carta di giornale e Vinavil per modellare gli scogli e il promontorio, spennellata di gesso per fissare il tutto, colori acrilici per tinteggiare.





Sabbia very english raccolta anni fa durante una vacanza in Scozia per decorare la caletta e barchetta di legno recuperata da un vecchio modellino.







Non vi ricorda lontanamente lo scorcio dipinto da Richard Burns?





La cosa strana che questa card l'ho scaricata tempo dopo la fine della realizzazione del diorama, peccato che un luogo simile esista solo dipinto....


Un'altra creazione della Bry è stato questo baule all'Art Attack decorato con tatuaggi Maori (una delle tesine portate all'esame parlava dell'Oceania).




Una scatola di scarpe, carta da cucina e...tanto Vinavil.




All'interno ha inserito conchiglie, altri tatuaggi Maori e la tesina stampata su carta strappata ai lati e invecchiata col the, poi legata con rafia, risultato una simil pergamena.




Oltre al pezzo forte: una scultura proveniente dall'Isola di Pasqua....




Altro non è che un pezzo di spugna (quelle che si usano per il bagno) scolpita con coltello e forbicine, decorata e ombreggiata con gli acrilici e incollata sul coperchio di una vecchia scatola di sigari.

10 Response to "Giugno tempo di esami - diorama marino"

  1. Rosi Jo' Says:

    Carissima Giuly,
    vada per il PC, quelli vanno e vengono, ma tuo figlio all'ospedale... non oso pensare che momenti di grande preoccupazione avete passato!
    Sono contenta che sia stato solo un falso allarme e spero tanto che ritorni tutto nella routine della vita quotidiana, che sembra noiosa, ma quanto è preziosa quando qualcosa ce la fa perdere!!!!
    è bello pensare al lavoro di gruppo dove tutta la famiglia collabora per un progetto scolastico. Anche a casa mia è così... anzi lo è stato. Le mie figlie sono grandi e sempre più autonome!!!
    Anche quelli sono stati momenti preziosi...
    Un abbraccio con tutto il cuore, Rosi!!!!

  2. Mammagiramondo. Says:

    Giuliana cara sono contenta che sia stato un falso allarme!! Il virus gastrintest invece lo ha beccato Aj Venerdì e io martedì, un disastero. Per fortuna che intenso ma breve e tra uno e l'altro ci è scappato venezia :))!!
    Adesso ti dico che sono senza parole per i capolavori di Bry, sono stupendi!!!!
    Il diorama è meraviglioso e così vero!!
    Per non parlare del baule, io ne ho fatto uno tempo fa per Aj ma questo è stupendo.
    In settimana vedo di rifarlo anche io casomai se ho bisogno di chiedo delle dritte.
    Che dire poi della statua dell'isola di Pasqua, sono davvero davvero senza parole. Uno spettacolo!!!! Complimenti di cuore!!

  3. AnnaDrai Says:

    mi dispiace per tutte le disaventure... ma sono sicura hai già voltato pagina e ti aggingi a creare nuovamente :)

    preziosissimo il lavoro di tua figlia... e che lavoro!!!!

    baci baci

  4. AnnaDrai Says:

    scrivo in modo assurdo, ma spero tu mi capirai.... è la tastiera che mi gioca brutti scherzi :D

  5. Giuliana Says:

    Per Rosi Jo': grazie per il tuo interessamento e per le tue parole!
    E' vero, il lavoro di squadra ha permesso di condividere insieme attimi preziosi, e anche divertenti...sto diorama ce lo ricorderemo per un pezzo..
    Ti abbraccio forte anch'io
    Per Daniela: non ti ferma nemmeno il virus gastroint.! E ti capisco, Venezia è Venezia...
    Grazie per i complimenti, li giro a Bry.
    Per il baule, quando vuoi, io sono qui.
    Bacio
    Per AnnaDrai: grazie per gli apprezzamenti, detti da te è un onore. Ciao!

  6. silvia Says:

    Complimenti a bry per la creatività e complimenti anche a te!
    ciao
    Silvia

  7. ssimoxxx Says:

    Ciao e ben tornata,
    felice che sia stato un falso allarme.
    Noi abbiamo fatto dieci giorni da paura con un SIMPATIA/VIRUS allucinante(quello che è durato 2 giorni alle persone normali!!!).
    La spiaggia e il faro sono uno spettacolo.
    Un bacione SIMO.

  8. elena71 Says:

    Anche noi l'anno scorso ne abbiamo passate tante con la pancia di Silvia, poi abbiamo capito che non era un bel periodo con le amichette di scuola e somatizzava..

    Sai che quello scorcio di mare è meraviglioso? Anche la mia casa dei sogni è un cottage sul mare, con il faro vicino, ma lo vedo su una scogliera a picco sul mare in tempesta..
    Stile sorelle Bronte, tanto per intenderci :)

    Anche il bauletto è un'idea originale e la spugna/facciona è davvero fantastica!

    Noi ci siamo salvati, Melissa fa la 4 media e qui non ci sono esami, però durante questi 4 anni hanno imparato a cucinare e a cucire ( e per fortuna, perchè mi ha insegnato lei ad infilare la macchina! :D)

    Bentornata!

  9. elena fiore Says:

    Ma questa Bry è un prodigio!
    Già me la vedo, tra qualche tempo con il suo blog di craft e decor :-)

    Ciao°*°elena

  10. Giuliana Says:

    A Silvia: grazie di essere passata da queste parti! Ci si vede, a presto!
    A Simo: piacere di risentirti!
    Speriamo ,con la bella stagione e se s'aggiusta il tempo, che questi rompi-virus vengano debellati (la nostra scuola materna ne è piena). Un bacio da parte mia anche a te.
    A Elena: sto vivendo pure io la stessa situazione con la Bry e le sue pseudoamichette, mi chiedo quando finirà stò strazio (ma si sa, le femmine sono iene in confronto ai maschi).
    Ottima l'idea di insegnare a cucire e cucinare: voi oltre confine siete sempre più avanti, a noi non resta che ingoiare i tanti rospi della riforma, e pregare il buon Gesù di avere a settembre tutti gli insegnanti necessari per mandare avanti la classe...lasciamo perdere, non ci voglio pensare, rimando a settembre....
    A Elena: mi piace pensare che mia figlia abbia preso tuttoooo da me, purtroppo ho il sospetto che ci sia pure lo zampino di suo padre (ottimo artigiano) e dei suoi nonni (altri bricoleurs)...
    Grazie che sei passata! Un bacio