Non vi lascerò orfani

by Giuliana


Daria Bignardi ho iniziato a conoscerla attraverso le pagine del settimanale "Vanity Fair" ed è stata una piacevole sorpresa.
Ero partita un po' prevenuta nei suoi confronti, non l'avevo seguita nelle "Invasioni barbariche" ma ne avevo un ricordo poco simpatico in "Tempi moderni", trasmissione di qualche anno fa e quindi mi ero fatta l'idea che fosse un poco snob e felice di esserlo.
Invece, nella rubrica "barbarica" di Vanity, dove ogni settimana intrattiene i lettori con argomenti d'attualità e non solo, è stata una rivelazione.
Sensibile, pungente, autoironica, spiritosa, umana.
Tutte doti che ho riscontrato anche nel romanzo autobiografico "Non vi lascerò orfani" pubblicato da Mondadori, dove la Bignardi si misura con un tema personale e delicato, quale la perdita dei propri genitori, confermando che la "nostra è una generazione impreparata al dolore".

"....Per anni non ho pensato al passato, ma ho guardato sempre avanti.
Per vent'anni forse, e anche di più.
Ma perdere un genitore a quarant'anni fa più male che a venti.
A venti è uno strazio, ma sei in corsa e corri. A quaranta è un dolore che non passa più.
Non potrai più decidere se andarlo a trovare o no.
Non potrai più fargli un regalo, spedirgli una cartolina, fargli una sorpresa telefonando a un'ora insolita.
Non potrai più far felice nessuno con così poco.
Con nessuno ti sentirai più te stesso come con lui."

Commovente.

1 Response to "Non vi lascerò orfani"

  1. La casa nella prateria Says:

    Bene, visto che sto già piangendo per la citazione... credo proprio che faro' meglio a non leggerlo! ;-)